Le risposte della psichiatra e psicoterapeuta alle domande online di consulenza psicologica

Questo sito usa cookie. Per saperne di più leggi l'informativa. Proseguendo la navigazione accetti l'uso dei cookie. OK

Leggera Depersonalizzazione

14/09/2017 ore: 10.46 - Luigi ha scritto:

Salve Dott.ssa, prima di parlare di depersonalizzazione, volevo fare una premessa. Nel 2001 ho avuto un trauma post-laurea causato dal fatto che non riuscissi a trovare lavoro e perchè mi sono dovuto trasferire a 1000 km da casa per andarlo a cercare. Periodo di 1 anno molto difficile durante il quale ho avuto dei fortissimi attacchi di panico. Tutto risolto l?anno successivo senza l?aiuto di farmaci, anche perchè non sapevo esattamente cosa fossero. Nel 2009 altro caso traumatico dovuto ad una relazione andata male e nella quale avevo creduto. Forti attacchi di panico e ansia e problemi anche alla vista (vedevo sdoppiato e annebbiato e continuo leggermente anche adesso). Ho inizialmente seguito una psichiatra e una cura farmacologica con Sertralina e poi Daparox 20 mg (Alprazolam all?occorrenza). Prendo ancora Daparox ma sono sceso a 10 mg. In questi anni, nonostante abbia sempre lavorato, fatto dei viaggi (non prendo più l?aereo però) e nonostante faccia tante cose, sento sempre e costantemente una leggera depersonalizzazione o derealizzazione (molto meno rispetto a qualche anno fa). Cosa posso fare per tenere sotto controllo la situazione e far sì che le cose siano reali al 100% Posso integrare con un farmaco più specifico? grazie

29/09/2017 ore: 17.41 - Dr. Raffaella Salmoria ha scritto:

La paroxetina è il farmaco d'elezione nella depersonalizzazione/Derealizzazione, ma occorre un dosaggio pieno, cioè 20 mg. Utile associare anche strategie di psicoterapua cognitivo/comportamentale. Cordiali saluti

29/09/2017 ore: 20.54 - Luigi ha scritto:

Grazie dottoressa, in realtà ho preso daparox 20 mg per 5 anni ma la leggera depersonalizzazione/derealizzazione non mi è mai passata. Da marzo di quest'anno sono passato a 10 mg ma le sensazioni sono identiche. Non vedo le cose e le persone reali al 100%. Potrei anche tornare a 20 mg, ma avrei le stesse sensazioni avute negli ultimi anni. Per questo pensavo ci fosse un farmaco più specifico da associare al daparox. grazie

Lascia una risposta

Codice di verifica antispam   captcha codice
Inserisci il codice:


c.f.: SLMRFL70E61I726A, p.iva: 05089430481 | web design by: web agency siti web gallery firenze - informativa cookie - privacy